Gli ebrei sono stati portati in Palestina per il «Grande Massacro»

Parole di Yunis Al-Astal, religioso musulmano e uomo politico di Hamas, alla TV Al-Aqsa di Gaza

    Gli ebrei sono stati portati a branchi in Palestina
    in modo che i palestinesi - e la nazione araba dietro di loro -
    possano avere l’onore di annientare il male di questa gang.
    Tutti i rapaci, tutti gli uccelli da preda
    tutti i nocivi rettili e insettii,
    e tutti i letali batteri
    sono meno nocivi degli ebrei.
    Fra pochi anni tutti i sionisti
    e tutti i coloni si accorgeranno
    che il loro arrivo in Palestina
    ha avuto come scopo il grande massacro
    per mezzo del quale Allah
    libererà l’umanità dal loro male.
    Quando la Palestina sarà liberata
    e il suo popolo vi ritornerà,
    l’intera regione, per la grazia di Allah,
    sarà trasformata negli Stati Uniti di Islam,
    la terra di Palestina diventerà
    la capitale del Califfato Islamico
    e tutti questi paesi
    diventeranno degli stati all’interno del Califfato.
    Quando questo avverrà, ogni palestinese
    potrà vivere da ogni parte,
    perché la terra dell’Islam
    è proprietà di tutti i musulmani.
    Fino a quando questo non avverrà
    noi dobbiamo rigettare
    ogni piano di riassetto,
    di naturalizzazione, o anche di riparazioni,
    prima del ritorno dei profughi

    (MEMRI, 11 maggio 2011 - trad. www.ilvangelo-israele.it)